LIBERA I TUOI LIBRI!

LOGHI UNICOOP FIRENZELo scorso 8 marzo, presso l’Unicoop Firenze di Montevarchi, si è tenuto un momento di condivisione: lo scambialibro. Noto anche come passalibro, questo fenomeno riscontra sempre più successo in giro per il mondo e, piano piano, si sta diffondendo anche nel Valdarno. In un periodo di crisi come questo si sta andando a riscoprire la gioia della condivisione e dello scambio degli oggetti e dei servizi più disparati. Lo scambialibro, come il nome ben suggerisce, non è altro che un momento di ritrovo tra appassionati lettori che desiderano magari liberarsi di libri già letti per poter fare spazio ai nuovi libri ottenuti tramite lo scambio. Questo fenomeno trova diverse forme; la più interessante tra queste ha un nome inglese: bookcrossing. Il Bookcrossing è una forma di scambio di libri per così dire tracciabile. Chiunque può parteciparvi, basta iscriversi in maniera del tutto gratuita al sito e possedere un libro da etichettare e successivamente lasciare nelle cosiddette stazioni di bookcrossing, ma anche su una panchina al parco. Il fortunato lettore che troverà il libro dovrà iscriversi al sito e, una volta ultimata la lettura, lasciare a sua volta il libro da qualche parte. Così facendo il libro comincerà a viaggiare e, grazie alla piattaforma on-line (bookcrossing.com), i lettori potranno seguire il suo viaggio.
Nel Valdarno esistono diverse postazioni di scambialibro dove poter trovare nuovi libri e lasciarne di già letti: all’edicola tabacchi di San Cipriano, alla biblioteca Le Fornaci di Terranuova Bracciolini, al centro culturale Ginestra Fabbrica della Conoscenza di Montevarchi, all’oratorio di Levane.
Inoltre, per gli appassionati di libri usati, esiste un’altra interessante piattaforma in rete: bookmooch. Gratuito come bookcrossing, bookmooch è un social network che permette di accedere a un grande catalogo di libri usati da ricevere via posta. Per ogni libro inserito nel proprio catalogo si riceve un decimo di punto, mentre per ogni libro spedito si guadagna un punto. Con ogni punto della propria collezione si può richiedere un libro agli altri utenti, che, entro un lasso di tempo stabilito, spediranno il suddetto al richiedente tramite il vantaggioso prezzo che Poste Italiane riserva alla spedizione di libri, il cosiddetto piego di libri.

Stefano Da Rui

Precedente Donne e diritti, una strada ancora lunga Successivo LA LETTURA DEL GIORNALE È LA PREGHIERA DEL MATTINO DELL’UOMO MODERNO (Georg Wilhelm Friedrich Hegel)