Parola agli studenti di Ginestra Fabbrica della Conoscenza

Ginestra Fabbrica della Conoscenza è stata inaugurata il 3 maggio 2014 con tali parole: “Montevarchi si butta in un’aria sfida: investire sulla cultura, costruire un luogo sia per gli studenti, sia per adulti e bambini. Ne è valsa la pena dunque, aspettare tutti questi mesi di lavori perché il risultato è ottimale.” La nuova biblioteca di Montevarchi è una struttura che accoglie quotidianamente più di 40 utenti (anche 50 durante le sessioni estive) tra coloro che studiano, vengono a prendere in prestito libri o DVD o partecipano alle attività offerte dalla biblioteca.
Ad oggi, tale luogo che dovrebbe essere sfruttato sempre di più e sempre meglio negli anni, da circa due settimane, ha il bagno del primo piano non funzionante e da ieri nessun dei bagni è utilizzabile perché guaste le tubature. Gli studenti, gli impiegati, le persone anziane che vengono a leggere,  i bambini e tutti coloro che hanno bisogno di usufruire del bagno devono recarsi nell’unico disponibile che è all’esterno dell’edificio nella parte nominata “Agorà”, disturbando continuamente i docenti e i ragazzi stranieri che vi fanno lezione. Credo non serva motivare o spiegare come mai gli studenti siano così indignati per questo motivo, la possibilità di utilizzare i servizi igienici in un luogo pubblico dovrebbe essere primaria. Gli studenti in primis vivono questo luogo spesso e quotidianamente, crediamo, dunque, non sia giusto abbandonarli.
Quando si crea una struttura così importante per una comunità bisogna anche saper provvedere al suo mantenimento.
Precedente POZZO DELLA CHIANA - QUADRI VIVENTI TRA TRADIZIONE E STORIA Successivo TRA FUTURO E PRESENTE - 150 ANNI DI AZIONE CATTOLICA